Morningstar® Investment Conference

Milan 2018

8 Novembre 2018 | UniCredit Pavilion

Registrati

Le registrazioni sono aperte.

Morningstar accende i riflettori sui trend di mercato e le nuove idee di investimento proposte dai massimi esperti dell'industria. Scopri le migliori strategie per il tuo portafoglio.

 

Speakers

La conferenza attrae alcuni dei migliori esperti del settore finanziario.

Keynote Speakers

Francesco Bosello
Università degli Studi di Milano

Silvia Merler
Bruegel Think Tank

Stefano Rossi
Università Bocconi

Main Stage Speakers

Lee Davidson, CFA
Morningstar

Giovanni Ferri
Università LUMSA Roma

Chris Forgan
Fidelity International

Joris Laseur
Sustainalytics

Eric Lonergan
M&G Investments

Francesco Paganelli, CFA
Morningstar

Davide Pelusi
Morningstar

Maurizio Primanni
Excellence Consulting

Johann Scholtz, CFA
Morningstar

Sara Silano
Morningstar

Steven Smit
Morningstar

Ewout van Shaick, CFA
NN Investment Partners

 Agenda

 

 

In qualità di aderente al CFA Institute Approved-Provider Program, CFA Society Italy ha stabilito che i partecipanti a questo evento matureranno 6 crediti formativi. 

 

 

8:30–9:15

Registrazione & Welcome Coffee

9:15–9:30

Saluti di Benvenuto

Davide Pelusi, CEO EMEA South, Morningstar

9:30–10:00

Nord e Sud: polarizzazione economica e politica nel dibattito sulla riforma della governance macroeconomica europea

Macro Overview: Europe

Silvia Merler, Affiliate Fellow, Bruegel Think Tank

Negli ultimi 8 anni, l’Eurozona ha attraversato una serie di sfide, inclusa una crisi bancaria e del debito sovrano che ha portato quattro Stati Membri a richiedere il supporto finanziario di Ue e FMI. Più recentemente, abbiamo assistito a una crisi politica generata dalla pressione migratoria, e il Brexit referendum e i risultati delle recenti elezioni italiane sono importanti eventi che impongono una riflessione. La domanda fondamentale è se l’Europa sia in grado di rispondere adeguatamente al senso di disincanto che è andato costruendosi nel corso degli anni. La questione di come la governance macroeconomica dell’Eurozona vada e possa essere riformata, sarà centrale nel rispondere a questa domanda. Molto è stato fatto negli anni passati in termini di institution building nell’Eurozona. Ma queste riforme non sono sufficienti ad assicurare la sostenibilità a lungo termine dell’Unione Monetaria, assente un accordo politico su come quadrare il cerchio tra riduzione e condivisione del rischio, e alla luce del crescente disaccordo politico a livello sia nazionale che sovra-nazionale. Cosa possiamo attenderci da questo dibattito cruciale, nel 2019?

10:00–10:30

What should drive the future valuation of Italian banks?*

Morningstar Equity Research

Johann Scholtz, Equity Analyst, Morningstar

Due temi hanno dominato il recente dibattito sulle banche italiane: l’elevato debito pubblico e i non-performing loans. Secondo gli analisti di Morningstar, questi argomenti hanno avuto un impatto sproporzionato sulle valutazioni, oscurando i veri driver fondamentali del valore nel lungo periodo. In base alla metodologia del Morningstar Economic Moat, il valore di un'impresa può superare il net asset value corrente se è in grado di generare un rendimento maggiore del costo del capitale per periodi di tempo prolungati. Il livello del debito sovrano italiano e l’ammontare dei non-performing loans rappresentano entrambi degli input importanti nel calcolo delle valutazioni, ma ve ne sono altri ugualmente rilevanti.

10:30–11:15

Le banche italiane tra Fintech e M&A

Roundtable

Stefano Catanzaro, General Manager, BNP Paribas Securities Services / Giovanni Ferri, Professore di Economia, Università LUMSA Roma / Maurizio Primanni, Presidente e CEO, Excellence Consulting / Modera: Sara Silano, Managing Research Editor, Morningstar

Durante la tavola rotonda, docenti universitari ed esperti del settore si confronteranno su innovazione tecnologica, MIFID II, proposte regolamentari per la finanza sostenibile, ruolo del risparmio gestito e possibili processi di consolidamento cross-border nel settore.

11:15–11:45

Coffee Break

11:45–12:30

Using Morningstar’s Risk Model to Drive Investment Decision Making*

Morningstar Quantitative Research

Lee Davidson, Head of Quantitative Research, Morningstar

Il Factor Investing è la lingua degli investitori del nostro tempo. In ogni asset class, i fattori hanno dimostrato di analizzare e spiegare in modo affidabille le variazioni "cross-section" e "time-series" dei mercati azionari e obbligazionari. Sebbene questi strumenti siano piuttosto sofisticati, Morningstar si è impegnata a renderli disponibili per un uso più ampio tra gestori e consulenti finanziari. Per questo motivo, ha lanciato il Morningstar Risk Model. In questa sessione, analizzeremo l'attuale contesto di mercato dal punto di vista fattoriale e simuleremo gli scenari che potrebbero avere un forte impatto sul portafoglio dei clienti.

12:30–13:15

Macro Scenari: Global Outlook e Opportunità di Investimento

Keynote Speech

Stefano Rossi, Professor of Finance, Università Bocconi

Le sfide e le opportunita' derivanti da un contesto di policy uncertainty, espansione fiscale e contrazione monetaria. Le possibili implicazioni per gli investimenti dello scenario globale di crescita e di politiche fiscali, monetarie e di commercio internazionale, con particolare attenzione a Europa e Italia.

13:15–14:30

Light Lunch

14:30–15:15

Prospettiva multi-asset sui mercati*

Roundtable

Chris Forgan, Portfolio Manager, Fidelity International / Eric Lonergan, Macro Fund Manager, M&G Investments / Ewout van Shaick, Head of Multi-Asset, NN Investment Partners/ Modera: Francesco Paganelli, CFA, Fund Analyst, Morningstar

In questa tavola rotonda tre gestori di strategie bilanciate si confronteranno sulle opportunità e sui rischi presenti sui mercati finanziari globali. Quale approccio di gestione può risultare vincente per affrontare le sfide che attendono gli investitori?

15:15–15:35

ESG and Carbon: Delivering Better Investor Outcomes*

Morningstar Sustainability Team

Steven Smit, Head of Sustainability, Morningstar

In questa sessione, presenteremo le innovative metriche di Morningstar per misurare il Carbon risk nei portafogli dei fondi. Con la forte crescita degli investimenti sostenibili a livello globale, gestire i criteri ESG nella selezione dei titoli diventa sempre più importante. Allo stesso tempo, il cambiamento climatico rappresenta una delle più grandi sfide economiche e politiche del 21° secolo, secondo la Commissione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile. Ecco perché aumenta la richiesta di indicatori per valutare la capacità di un’azienda di evolvere verso un’economia a basse emissioni inquinanti.

15:35–15:55

Measuring Company-Level Carbon Risk*

Sustainability

Joris Laseur, Manager of Sustainalytics’ Carbon Solutions, Sustainalytics

Le azioni di gruppi influenti come la Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD) e l'aumento della legislazione sui cambiamenti climatici a livello mondiale stanno spingendo gli investitori a capire meglio il rischio di carbonio delle aziende nei loro portafogli. Ma su quali parametri dovrebbero basarsi gli investitori per misurare il rischio di carbonio? In questa sessione, Sustainalytics illustrerà in che modo gli investitori possono ottenere una visione olistica dei rischi di carbonio a livello aziendale osservando l'esposizione e la gestione delle emissioni di carbonio delle società.

15:55–16:30

Costi del cambiamento climatico e delle politiche climatiche. Un confronto possibile in presenza di incertezza

Keynote Speech

Francesco Bosello, Professore di Economia, Dipartimento di Scienze Politiche e Ambientali (DESP), Università degli Studi di Milano

La presentazione riassume le ultime stime sugli impatti economici del cambiamento climatico contestualizzandole rispetto alle “5 ragioni per preoccuparsi” e alla combinazione di scenari climatici ed economici sviluppata dall’ultimo rapporto dell’Intergovernamental Panel on Climate Change (IPCC). Confronta tali costi con quelli relativi alle politiche di mitigazione e adattamento.  Evidenzia le incertezze associate agli uni e agli altri per dimostrare quindi come, proprio a causa di tali incertezze, un’azione di mitigazione (riduzione delle emissioni) incisiva risulti giustificata sia dal punto di vista economico che sociale.

* Intervento in inglese con traduzione simultanea in italiano.

Dove:

Milano

La capitale finanziaria italiana è stata scelta da Morningstar nel 2001 per promuovere la mission “investors come first”.

UniCredit Pavilion

Piazza Gae Aulenti 10, 20154 

Milano

Anche quest'anno, Morningstar ha scelto l'UniCredit Pavilion per la sua Investment Conference. La suggestiva location, nata nel dinamico quartiere Garibaldi-Porta Nuova, è considerata il luogo ideale per la cultura, le persone e il business. 

Come Raggiungerci:

Metro: MM2 e MM5 Garibaldi FS

Passante Ferroviario: S1, S2, S5, S6, S7, S8, S9, S11, S12, S13

Tram: 11 e 33

Bus: 43

Visualizza la Mappa



A chi è rivolta:

Un’agenda a 360 gradi che è stata pensata sia per gli investitori istituzionali che per i consulenti finanziari e wealth manager. 

Per CEO, CIO, fund manager, fund selector, portfolio manager e operatori bancari, la partecipazione è libera e gratuita.

Per i Sales e Marketing & Communication managers, il costo è di €500+IVA.

Grazie ai nostri Sponsor

Diventa parte integrante della #MICIT: partecipa come Sponsor per raggiungere in modo più efficace i decision maker del mondo degli investimenti. Scarica il nostro Sponsorship Kit.

Diventa uno Sponsor

Lead Sponsors

Exhibitors

Endorsements

Media Sponsors

Vi aspettiamo.

#MICIT

Seguici su: 

 

Morningstar.it | LinkedIn | Twitter | Facebook | YouTube

Registrati